Pubblicato da: jjlukich | mercoledì, 25 febbraio, 2009

Per favore date a Scajola la delega per la “Faccia di Tolla”!!

Nel 2020 non una, non due, ma bensì quattro, e dico 4 centrali nucleari!! Sì siori e siore avete inteso bene: QUATTRO CENTRALI NUCLEARI!! E non di prima, né di seconda, ma UDITE UDITE di TERZA GENERAZIONE!!! E dove le faranno?? Non si sa ma le faranno con o senza il consenso della popolazione del posto:

Quando si parlerà dei possibili siti e a chi spetterà la scelta? “Abbiamo previsto che sia il governo, con decreti legislativi da adottarsi entro sei mesi dall’approvazione della legge, a definire il regime autorizzatorio e i criteri per la localizzazione delle centrali. Dopodiché, saranno le imprese energetiche che, nell’ambito dei criteri così definiti, individueranno i siti. I decreti disciplineranno anche le modalità di esercizio da parte del governo dei poteri sostitutivi previsti dall’articolo 120 della Costituzione nei casi di mancata intesa con gli enti locali competenti”.

Inoltre produrranno poche poche scorie piccine picciò essendo di TERZA generazione, e quando arriveremo alla quarta le scorie miracolosamente spariranno (violando un principio fisico che afferma che nulla si distrugge ma TUTTO SI TRASFORMA) in onore di questo le Centrali saranno intitolate al Mago SILVAN!!
Quindi prepariamoci al futuro…. nel 2020 avremo 4 centrali e ……… NESSUN SITO DI STOCCAGGIO DELLE SCORIE …. tranquilli anche quello verrà trovato con procedimento d’urgenza il 01/01/2020 dalle parti di Chiaiano o simili, tanto lì di robba strana già ce n’è e un curie in più o in meno non farà sta gran differenza.

NOTA A MARGINE:

Chi garantisce che per i prossimi 11 anni il Governo non cambi idea? (Qualcuno ricorda una storia circa un ponte? E di penali milionarie per rescissione di contratti?).
E se poi scopriamo che il “carburante” nucleare ci verrà a costare molto più del petrolio chi paga la differenza?
Mi permetto di suggerire al Ministro, se vuole essere preso sul serio, di fare una bella fideiussione personale, almeno se faremo le ennesime cattedrali nel deserto potremo metterci davanti un bel cartello con scritto: “Gentilmente offerte dalla magnanimità dell’On. Scajola. La Patria, sentitamente, ringrazia!”

Annunci

Responses

  1. se per questo a chicco testa va data la medaglia d’oro.

    http://blog.panorama.it/hitechescienza/2007/05/17/chicco-testa-questo-pianeta-non-e-mai-stato-cosi-ospitale/

    e qui sotto la sua illuminante carriera

    http://it.wikipedia.org/wiki/Chicco_Testa

  2. Mah, sai, da uno che pubblica su Panorama e per di più è un filosofo, e parla di temi scintifici, non mi aspetto molto. Tra l’altro ritornando al tema del post è lo stesso che ha scritto questo:
    http://www.ibs.it/code/9788806189198/testa-chicco/tornare-nucleare?-italia.html
    Capisco che, come dice Lucia Annunziata, compito di questa gente è “orientare” il pubblico, ma io preferisco avere a che fare con il capo che decide, piuttosto che con i sottopancia che eseguono.
    Stay focused!! 😉

  3. bhe dire che chicco testa sia un filosofo ,mi sembra un po esagerato. Diciamo che si e’ laureato in filosofia. Cosa strana e’ che quando militava tra le file ambientaliste nessuno penso’ mai che le sue fossero esternazioni “filosofiche”
    ma comunque………acqua passata. Rimane la curiosità di capire come si possa saltare da una posizione all’altra con cosi’ greande non chalange.
    Non sarà che le cariche che attualmnete ricopre hanno per cosi dire fatto dimenticare i trascorsi comunisti del suo passato? bho.la butto li, senza malizia

    Attualmente è Presidente di Roma Metropolitane (la società del Comune di Roma che realizza le nuove Linee Metropolitane della Capitale, con commesse per 4 miliardi di euro) ed è Senior Partner di Rothschild Italia.

    È inoltre membro del Consiglio di Amministrazione di Lloyd Adriatico e  RAS, nonché Presidente della Telit Communications PLC e Presidente di EVA, Energie Valsabbia, società che sviluppa e costruisce impianti idroelettrici.

    È stato membro dell’Expert Advisory Committee dello European Carbon Fund e Presidente del Comitato Organizzatore del 20° Congresso del WEC-World Energy Council, che si tenuta a Roma nel 2007.

    Dal 1980 al 1987 è stato Segretario Nazionale, e successivamente Presidente Nazionale, di Legambiente.
    Eletto al Parlamento italiano per due legislature, dal 1987 al 1994 ha fatto parte della Camera dei Deputati, dove è stato membro della Commissione Ambiente e Territorio.

    Dal 1994 al 1996 è stato Presidente del Consiglio di Amministrazione di A.C.E.A., Azienda Comunale Energia e Ambiente del Comune di Roma.

    Dal 1996 al 2002 è stato Presidente del Consiglio di Amministrazione di Enel S.p.A., la più grande utility italiana e membro del Consiglio di Amministrazione di Wind S.p.A. (Società di Telecomunicazioni).
    Durante la sua Presidenza Enel è stata parzialmente privatizzata con un IPO del valore di 15 miliardi di Euro ed è stata fondata Wind, il terzo operatore mobile italiano.

    È stato membro del Consiglio di Amministrazione del Gruppo Riello (Leader italiano nei sistemi di riscaldamento) dal 2002 al 2004.
    Dal 2002 al 2005 è stato Membro dello European Advisory Board di The Carlyle Group (Private Equity), Presidente del Consiglio di Amministrazione di S.T.A. S.p.A. (Agenzia  per la Mobilità del Comune di Roma) e Presidente del Kyoto Club (organizzazione no-profit di imprese per il raggiungimento degli obiettivi prefissati nel Protocollo di Kyoto).

    E’ giornalista  e collabora settimanalmente con alcuni fra ì più importanti quotidiani e settimanali italiani.

    È stato Professore incaricato presso la Scuola di Management della LUISS (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali), Master in Business Administration, responsabile del corso in Economia e Management delle Imprese di servizi di pubblica utilità.
    È stato Professore presso le Università di Macerata e Napoli.

  4. Che questo sia un paese in cui alcuni, anzi parecchi, personaggi partono da sinistra o dai radicali e finiscono per confluire in forzaitalia, dopo aver affermato di tutto e di + sul suddetto movimento è risaputo. Le ragioni, anche, le conosciamo.
    L’unica cosa che il personaggio in oggetto insegna è che non è vero che con una laurea in filosofia farai il disoccupato a vita, anzi!!
    Cercherò di tenerlo presente quando mio figlio dovrà scegliere se fare l’università e nel caso quale fare. 😀

  5. Aggiungo a questa serie di commenti una cosa che ho trovato solo oggi circa il pacifismo di certe persone “ti spacco al faccia”: http://www.youtube.com/watch?v=DmsDRdkICnQ&feature=related


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: